Mozione Congresso costitutivo 11/09/11

Il Congresso costitutivo dell'Associazione telematica "TVRadicale", udita la Relazione introduttiva presentata da Roberto Mancuso, Gianni Colacione e Marco Marchese, la approva.

L'Associazione telematica "TVRadicale"

Denuncia
lo scandalo del sessantennio partitocratico - descritto nel libro giallo "La Peste Italiana" pubblicato dai Radicali - conclamatosi nella violazione delle leggi e dei diritti civili e politici, come indegno per un Paese che voglia dirsi civile e democratico, rispettoso dei diritti umani, dello Stato di Diritto, delle proprie Istituzioni, dei cittadini.
Ritiene che
per opera dell'informazione del regime partitocratico si sia consumato e sia tuttora in corso un vero e proprio genocidio politico-culturale nei confronti del Movimento Radicale e di tutti i movimenti libertari estranei al regime stesso.
Afferma
l'urgenza e la necessità di potenziare l'iniziativa politica radicale e libertaria sul web e con le nuove tecnologie, i cosiddetti "nuovi media", per contribuire ad abbattere il muro di gomma dell'informazione partitocratica e di regime.

 

Il Congresso costitutivo dell'Associazione telematica "TVRadicale" impegna gli organi dirigenti a:

  • costituire un gruppo militante per la produzione di contenuti audio video sull'iniziativa politica radicale e libertaria, in quanto consapevole della sempre maggiore importanza che vanno ad assumere i contenuti politici pubblicati in video sulla rete; tali contenuti saranno resi disponibili per la web-tv e per tutti i siti della Galassia Radicale, nonché per ogni altra formazione o movimento politico che se ne volesse avvalere;
  • rendere il Radicale "ignoto" o "anonimo" l'attore principale di queste battaglie e, a questo fine, interagire con tutte le realtà associative della Galassia Radicale, anche in periferia, con le associazioni Radicali locali;
  • organizzare tutte le iniziative politiche, culturali, editoriali e di comunicazione, volte a denunciare e superare, a tutela delle libertà telematiche del cittadino, il divario digitale e, in primo luogo, la disastrosa distribuzione in Italia della banda larga, incivile per un paese che voglia aprirsi alla partecipazione democratica in rete.

 

*Mozione Generale approvata durante il Congresso costitutivo tenutosi online dal 4 al 11 settembre 2011

Where to buy revia safe & cheap?